Home » 2012 » luglio (Page 2)

Il suicidio politico del PdL milanese continua.

Eccoci ancora una volta a dover commentare l’ ennesimo suicidio politico del PdL a Milano. Dopo aver regalato la Mia Città a Pisapia per aver nuovamente ricandidato la Moratti, con una virata da moderati ma modesti al centro, non ascoltando le istanze della gente, desiderosa di legalità e sicurezza, oltre che di normalità, con una scelta sbagliata e schizofrenica tra l’ aventino ed il badogliamento tradisce nuovamente le aspettative.Ecco i fatti.

Continue reading

COSTITUZIONE, VIA LIBERA DAL SENATO AL SEMI PRESIDENZIALISMO

L’aula di Palazzo Madama ha approvato l’articolo 7 del disegno di legge che riscrive l’articolo 72 della Costituzione. Con questo cambiamento, viene abolito il ‘bicameralismo perfetto’ e limita i casi in cui la funzione legislativa, ovvero la facoltà di scrivere e approvare leggi, è esercitata collettivamente da Camera e Senato. Il provvedimento è stato approvato con 120 sì, 23 no e 11 astenuti.…
Continue reading

SCANDALO SANITA’ PUGLIA, PM CHIEDONO RINVIO A GIUDIZIO PER NICHI VENDOLA

Chiesto il rinvio a giudizio per il presidente della Regione Puglia, Nichi Vendola, e per l’ex direttore generale della Asl di Bari, Lea Cosentino. La procura di Bari ha ufficializzato la richiesta nell’ambito dello scandalo sanità che ha colpito la Asl, con le accuse di concorso in abuso d’ufficio per il posto da primario di chirurgia toracica assegnato al professor Paolo Sardelli.…
Continue reading

Nuovi decreti paralizzanti…

Monti paralizza i terremotati: le imprese costrette allo stop. Il decreto legge 74, che sarà legge martedì, obbliga anche le aziende dichiarate agibili a bloccare la produzione e rimettere a norma le fondamenta
Le storture di un provvedimento assurdo. La rabbia degli imprenditori: “Perché chi è a 5 km da qui non lo deve fare?” L’Emila Romagna devastata dal terremoto rischia anche la paralisi.…
Continue reading

Santo riccardi (l’antiitaliano) da Sant’egidio…

Domanda: dove stavano il PDL e la LEGA quando transitoriamente entrava in vigore la legge “rosarno”? E dove staranno ancora il PDL e la LEGA quando si voterà la prossima “sanatoria del santo riccardi”?

Riccardi vuole sanare i clandestini e scivola sul conflitto d’interessi. Il ministro chiede aiuto alle onlus come la Comunità di Sant’Egidio per regolarizzare 400mila irregolari Stefano Filippi

Una nuova sanatoria per gli extracomunitari: l’ha decisa il governo Monti in modo inconsueto, con una norma transitoria alla cosiddetta «legge Rosarno» approvata il 6 luglio scorso ed entrata in vigore l’altro giorno.
Continue reading

Immigrazione e follie

Che follia, premiato l’islamico che al lavoro disprezza le donne di Ida Magli
Di per sé sembra più una notizia «curiosa» che un fatto importante. Un dipendente del famoso albergo Danieli di Venezia, egiziano di religione musulmana, si licenzia per non ricevere ordini da una donna, una governante anch’essa dipendente del Danieli.…
Continue reading

Placido, Rossi Stuart e Vallanzasca

Allora, quando ero una adolescentina, ero leggermente irrequieta e, di tanto in tanto, si, ne combinavo una tanto che, a seconda di quel che combinavo, mia nonna e mia madre mi dicevano che “o ne facevo più io che Carlo in francia“, oppure (non ricordo di preciso però), “ero come o peggio di Vallanzasca“.…
Continue reading

Non nel mio giardino

Se spendiamo più di quel che guadagniamo, dobbiamo ridurre (tagliare) le spese.
Oppure incrementiamo gli incassi rubando in casa altrui.
Quasi tutti dicono che l’Italia deve tagliare le spese, a parte la Camusso e Bersani che, traviati dal perverso demone dell’ideologia marxista di cui al momento sono i maggiori rappresentanti, berciano di patrimoniale, pensando di poter spendere all’ infinito mettendo le mani nelle nostre tasche.
Continue reading

Napolitano tiene i Marò nel core…

Notizia d’ agenzia: Roma, 26 lug – Il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, ha inviato al Presidente della Repubblica dell’India, Pranab Mukherjee, il seguente messaggio: ”In occasione della Sua elezione alla carica di Presidente della Repubblica indiana desidero farle pervenire, a nome del popolo italiano e mio personale, le piu’ vive felicitazioni e i piu’ fervidi voti per il suo prestigioso incarico.

Continue reading