Home » 2012 » giugno (Page 7)

La cecità furba (e ideologica) del rosso presidente

Napolitano: ‘Immigrati parte attiva della società’. ‘Lavoratori stranieri essenziali per economia’
ROMA – “I lavoratori stranieri rappresentano una componente essenziale della nostra economia” e “gli immigrati sono inoltre parte attiva del tessuto sociale e culturale dell’Italia, con significative affermazioni, in particolare delle seconde generazioni, nella letteratura, nell’arte e nello sport”. Lo dice Giorgio Napolitano.…
Continue reading

Libero dopo la strage

Trapani, chiuso il processo per la morte della famiglia quinci. Ha sterminato un’intera famiglia. Non farà un solo giorno di carcere. Due anni, pena sospesa, all’uomo che in auto travolse madre e due figli, per il dolore 6 mesi dopo si suicidò il capofamiglia
Ha sulla coscienza la vita di quattro persone, ma se l’è cavata con una pena di appena due anni e senza fare un solo giorno di carcere.…
Continue reading

Esodiamo la Fornero

Quello che è successo con l’attuale ministro del Welfare non era mai accaduto prima in Italia. L’unica giusta definizione che può descrivere abbastanza bene quello che si può tranquillamente chiamare l’imbroglio della Fornero è “Gioco delle tre carte”. Per i pochi che non sapessero che cosa sia il gioco delle tre carte, lo spiego brevemente: Nei paesi, in certe occasioni, che siano feste paesane o giorni di mercato o comunque negli spazi in cui si impiantano i Baracconi, spesso si vede anche un tavolino dove intorno al quale c’è un gruppetto di persone intente a seguire le operazioni di un individuo che con tre carte in mano incita ad indovinare in quale spazio andrà a finire una di questa tre carte una volta che lui le avrà depositate velocemente e con destrezza sullo stesso tavolo, se a destra a sinistra o in centro.…

Continue reading

L’uomo giusto al posto giusto…

Prima questo post, poi questo, poi questo e poi ancora questo.
A Berlino incontro con Schaeuble che promuove l’italia. Monti: «Beni pubblici, pronti alla cessione». In vendita i «gioielli» di Comuni e Regioni. Il premier: «Siamo già al lavoro, presto atti concreti». Dalla spending review possibili interventi su 100 miliardi
«Non solo non escludiamo la cessione di quote dell’attivo del settore pubblico, ma la stiamo preparando e presto seguiranno degli atti concreti».…
Continue reading

Toh… ad personam…

Monti salva Penati (e il Pd): non saranno mai processati. L’autorevolezza del governo Monti non affonda soltanto sul fronte europeo. Tra le mura domestiche, anche se ancora nessuno lo dice e scrive, le cose non vanno meglio di Alessandro Sallusti
L’autorevolezza del governo Monti non affonda soltanto sul fronte europeo. Tra le mura domestiche, anche se ancora nessuno lo dice e scrive, le cose non vanno meglio.…
Continue reading

Vogliono curare il Male con dosi ancor più massicce dello stesso Male

Anche il cospicuo aiuto alla Spagna sembra risultare inutile contro la speculazione mondiale.
Si concretizza così la ripetizione di quell’infausto 1992, quando Amato e Ciampi sperperarono migliaia di miliardi per difendere la permanenza della lira nello sme (serpente monetario europeo, il padre dell’euro) senza ottenere alcun risultato se non un ulteriore impoverimento della Nazione.
Continue reading

La Stronza sapeva

Ieri è scoppiata la bega che era stata trattenuta a stento già da mesi sul numero degli esodati. I vertici dell’Inps hanno fatto sapere che sono quasi 400.000 e non 65.000 come risultato dai conteggi e dai maneggi della ministressa del lavoro. Ricordiamo a chi legge che stiamo parlando della ministressa del lavoro che ha dichiarato senza nessun tipo di vergogna che gli esodati sono un costo per la riforma del lavoro da lei progettata.…

Continue reading

Sempre più strozzati dall’euro

Quarantotto miliardi di euro virgola qualcosa non sono certo noccioline. E con questi quasi 50 miliardi che ci chiedono per la Spagna,  uno stato potrebbe rimettersi tranquillamente in sesto e risanare i suoi bilanci. E invece no. Bisogna salvare non gli Spagnoli che sono disperati, ma le banche spagnole; poi sarà la volta del Portogallo e non già dei portoghesi, ma delle banche portoghesi;  e non gli Irlandesi, ma quelle banche irlandesi che ora fanno le badanti finanziarie per i fieri figli d’Irlanda, quegli stessi che votarono NO al Trattato di Lisbona e che ora pagheranno salato il loro diniego.

Continue reading

Il governo moralista e i suoi suggerimenti…

Che beffa, alla Rai arriva un’indagata. La Tarantola è sotto inchiesta per non aver impedito l’immissione sul mercato bancario dei titoli tossici che hanno messo sul lastrico migliaia di risparmiatori e imprenditori di Alessandro Sallusti
Siamo alla beffa. Un’indagata al vertice della Rai dei tecnici eticamente superiori. Non so se Monti ne fosse al corrente, ma Anna Maria Tarantola, da lui designata alla presidenza della tv di Stato, è sotto inchiesta per non aver impedito, nella sua qualità di vicedirettore di Bankitalia, l’immissione sul mercato bancario dei titoli tossici che hanno messo sul lastrico migliaia di risparmiatori e imprenditori.…
Continue reading