Home » 2012 » maggio (Page 15)

Non so se abbiamo vinto o abbiamo perso

Sono contento perchè il risultato del Movimento cinque Stelle ha superato qualsiasi mia aspettativa. Le ultime settimane, dopo essere stato per molto tempo in dubbio sul voto e il non voto ed eventualmente a chi darlo, mi sono convinto a votare per il M5S. Nel mio piccolo, vista comunque l’oculatezza della mia scelta, ho voluto fare la mia piccola campagna elettorale sul blog e su Twitter per convincere, dove possinile, altri cittadini a votare con me.…

Continue reading

Quelle Horreur!

Sono felicissima per la sconfitta di Sarkozy (che è anche la sconfitta dell’ottuso duo Merkozy) ma non giubilo affatto per la vittoria di Hollande. Sono in contraddizione con me stessa? No.
Purtroppo hanno costruito il solito scenario della solita pecora che se non va a destra va a sinistra. Due indicazioni stradali più che due concetti in grado di  dare realmente onore alla politica.…
Continue reading

Si scrive socialista, si pronuncia disgrazia

I francesi hanno votato e scelto (peggio per loro) il candidato socialista.
Certo, l’alternativa non era delle migliori, il Sarkoridens che oggi ride un po’ meno, mentre probabilmente la sua sconfitta ha rappresentato un brodino caldo per il Presidente Berlusconi che ha dovuto comunque ingoiare anche lo scudetto alla Juve e la sconfitta nel derby del suo Milan.
Continue reading

Sudditanza psicologica?

Nel calcio la sudditanza psicologica è conosciuta come giustificazione nei confronti di quegli arbitri che “sbagliano” solo a favore delle grandi squadre.
Sarà così anche per il direttore Giuliano Molossi: nel giorno del silenzio elettorale non perde occasione, da alcuni anni, di tessere sistematicamente le lodi del “destinato a vincere” da parte dei soliti poteri forti della città, quelli conosciuti al grande pubblico e quelli occulti.

Continue reading

Tutti d’accordo: non votate Grillo!

Dal blog di Beppe Grillo Comunicato politico numero cinquanta E’ la prima volta dal dopoguerra che tutti i partiti, tutte le istituzioni, tutte le televisioni e (quasi) tutti i giornalisti si sono concentrati su di un unico bersaglio elettorale: “il MoVimento 5 Stelle”. Tutti d’accordo per mantenere lo status quo. Se un movimento di popolo che rifiuta qualunque finanziamento pubblico, odiato dalla Confindustria e dai sindacati, dalla destra e dalla sinistra, attaccato persino dalla Presidenza della Repubblica e dai maggiori quotidiani nazionali, fa così paura, significa che un terremoto sociale è in arrivo.…

Continue reading

Squali psicopatici criminali

Un commento: “Se mai ce ne fosse stato bisogno, la dichiarazione di Murdoch (nota personcina per bene) chiarisce ampiamente perché Berlusconi se ne sia dovuto andare e perché gli sia stata fatta la guerra vergognosa che gli è stata fatta. Il Cav. non era “consono”, tanto meno gradito, all’apparato Tecno-finanziario che vuole scalzare la politica e governare il mondo mettendo per Premier fedeli subordinati come il Prof.…
Continue reading

Il governo dei tecnici

Avevo nutrito qualche speranza nel governo dei tecnici, ma con profonda delusione mi devo ricredere. Stan facendo di tutto, meno che quello che dovrebbero veramente fare: tagliare gli sprechi. E incapaci di farlo, han chiamato in loro soccorso ulteriori tre tecnici; mi chiedo allora cosa ci stanno a fare, loro. In mezzo a quei tre ve n’è uno, che molti chiamano il “topo”.…
Continue reading

Applausi a mater lacrimarum

Che bel lavoro, ministro Fornero: la riforma ci costa 18 miliardi. Lavoro, minori detrazioni e spese per i nuovi ammortizzatori peseranno sui contribuenti
Un conto salatissimo (18,2 miliardi dal 2013 al 2020 più altri 2 miliardi e 225 milioni l’anno dal 2021), che in gran parte sarà sostenuto da imprese, lavoratori e contribuenti.…
Continue reading

Obbligo di svolta a destra

Oggi, domenica 6 maggio, quando dovrebbe essere visibile questo post affidato alla programmazione di blogspot, si conosceranno solo a tarda sera i risultati delle presidenziali francesi e delle politiche greche, ma anche delle presidenziali serbe e di una importante regione tedesca.
Si conoscono già i risultati delle amministrative inglesi, mentre solo lunedì sera/martedì mattina sapremo come ha reagito una significativa fetta dell’elettorato italiano a questo ultimo anno di ribaltoni e scandalismo.…
Continue reading

Non succederà come in grecia…

… disse Rigor Montis qualche settimana fa. Ma lui, algido com’è… dorme sonni tranquilli perchè problemi di soldi o di lavoro non ne ha.
Crisi, non riesce più a pagare il mutuo: un artigiano si toglie la vita a Venezia. Il bilancio degli imprenditori, dei precari e degli artigiani che decidono di farla finita e di togliersi la vita perché strozzati dal Fisco si fa sempre più pesante.…
Continue reading