Home » 2012 » marzo (Page 7)

Livia Turco alla riscossa…

Immigrati, il Pd tenta il blitz con l’esecutivo dei tecnici: “Permessi lunghi e no ai Cie”. Cittadinanza ai figli degli stranieri, abolizione del reato di clandestinità e permessi di soggiorno più lunghi: il Pd vuole da Monti una nuova legge sull’immigrazione di Sergio Rame Altre che politiche economiche, il Partito democratico ha in mente una revisione delle norme che regolano l’immigrazione.…

Continue reading

Un altro militare italiano e’ morto oggi in un attacco a colpi di mortaio in Afghanistan.

ROMA – Un militare italiano e’ morto oggi in un attacco a colpi di mortaio in Afghanistan. Lo si e’ appreso da fonti della Difesa. Altri 5 militari italiani sono rimasti feriti.
L’attacco – informa lo Stato maggiore della Difesa – è avvenuto alle 18.00 circa (in Italia 14.30), contro la Fob (Forward Operative Base) “Ice” in Gulistan, nel settore Sud- Est dell’area di responsabilità italiana, assegnata alla Task Force South-East, su base del 1 Reggimento Bersaglieri.…
Continue reading

Uomini in trincea

Liberalizzazioni e privatizzazioni, tra mito e realtà. Giuseppe Arena e Adriano Teso sono due notissimi imprenditori del nord, costretti a combattere ogni giorno la loro battaglia estenuante, quanto impari, contro lo Stato, centrale e periferico che sia. Giuseppe Arena da anni paga caro il suo sogno di offrire ai viaggiatori sui treni più opportunità di … Leggi il resto

Categories:

  • Appuntamenti
  • Economia
  • Politica Italia

Tags: ArenawaysFacoltà di Economia e commercioGiuseppe Arena.

Continue reading

Marinai italiani terroristi…

Un commento: “stanno creando i presupposti per una condanna a morte e Terzi è ottimista”.

Nuovo attacco degli indiani: “Marò sono come terroristi”. Per l’Alta Corte del Karala l’uccisione dei due pescatori indiani da parte dei due militari italiani è stato un “atto terroristico”. Ma Terzi è ottimista L’uccisione dei due pescatori indiani ad opera dei due militari italiani a bordo della nave Enrica Lexie in India è stato “un atto terroristico”.…

Continue reading

La lingua italiana non ha bisogno di intercalari stranieri

Questa mattina ascoltavo, prima del gr1 delle sette, una trasmissione che credo si chiami “voci dal mondo”.Era intervistata una signora, credo rappresentasse la camera di commercio a Singapore e che, parlando a mitraglia, ha sostanzialmente detto:Contattarci è un must per le imprese italiane che vogliono un plas (che sarebbe il latinissimo e quindi…

Continue reading

‘Marchionne li ha licenziati perchè sindacalisti’

La vicenda dei due dipendenti della Fiat licenziati da Marchionne – che invece sono stati reintegrati dal giudice, ma che il reuccio delle automobili preferisce stipendiare senza farli lavorare (che è il massimo dell’umiliazione che un padrone possa infliggere ai suoi dipendenti) – oggi vede la conclusione con la pubblicazione della sentenza: “La Fiat ha licenziato i due dipendenti perchè sono sindacalisti e si opponevano (immagino lecitamente altrimenti sarebbero in galera) alle scelte antisindacali dell’Azienda”.…

Continue reading

L’ultimo rifugio

Il Padre Nostro è il padre delle preghiere. L’Ave Maria è come un’umile donna. Il regno del Padre Nostro è il regno della speranza: Dacci oggi il nostro pane. Ma il regno dell’Ave Maria è un regno più intimo, più segreto, più nascosto. Le preghiere a Maria sono preghiere di riserva.…

Continue reading

Vincono (di nuovo) le banche

Il governo salva le banche Ripristinate le commissioni. Via libera dal Consiglio dei Ministri al decreto che recepisce l’odg firmato da tutti i partiti sulle liberalizzazioni Il Consiglio dei ministri ha approvato un decreto legge sul ripristino delle commissioni bancarie, azzerate dal decreto liberalizzazioni, convertito poi in legge dalla Camera. Il decreto interviene per correggere un emendamento al dl liberalizzazioni presentato al Senato dal Pd e approvato a palazzo Madama, che rendeva nulle tutte le commissioni bancarie sugli affidamenti.…

Continue reading

Come ci si può affidare a questa magistratura ?

Ho già affrontato il tema dei magistrati che trasformano il loro ruolo in un megafono per le idee personali.Purtroppo non mi riferisco alle esternazioni, magari in congressi di piccole fazioni ottocentesche di una ideologia superata e condannata dalla Storia, di singoli magistrati, ma alle pronunzie effettuate nell’esercizio delle proprie funzioni.Dopo la sentenza della corte di cassazione che, pur respingendo un ricorso nella doverosa applicazione della legge esistente, ha ceduto all’impulso di farci conoscere l’opinione personale dei giudici in materia di unioni omosessuali, dobbiamo registrare due decisioni inaccettabili e irricevibili.La prima è di un magistrato che ha “riconosciuto” il presunto “matrimonio” contratto in Spagna da due omosessuali, di cui uno italiano, inserendo surrettiziamente, senza voto del parlamento, l’unione tra persone dello stesso sesso in Italia.La seconda con la quale un altro magistrato ha deciso che due soggetti nati in Italia pur da genitori immigrati non dovessero essere trattenuti in un Cie proprio per la circostanza della nascita in Italia, anticipando così una decisione che, auspicabilmente, non sarà mai assunta: la trasformazione del nostro diritto di cittadinanza dallo ius sanguinis di tradizione Romana allo ius soli di tradizione barbarica.Giustamente Gasparri e Giovanardi hanno chiesto a Napolitano di intervenire.Ovviamente Napolitano parla tanto (troppo) tranne sulle questioni rilevanti: la perdita di Sovranità e Indipendenza Nazionale, i Marò sequestrati in India e la…

Continue reading

Plutocrazie

La grande serenità plutocratica di Maurizio BlondetC’è stato un piccolo golpe, il presidente ci dato un governo non eletto che godesse la fiducia delle banche internazionali; è inutile ripeterlo. Il fatto istruttivo è che questo governo non eletto è sostenuto dal parlamento. Non c’è più né destra né sinistra. Finito il conflitto politico, fino a ieri (in apparenza) acerrimo.…

Continue reading