Home » 2011 » dicembre (Page 5)

Madiran:il pensiero cristiano fra destra e sinistra

Consumata dalla passione per la Banca vampiresca e appiattita dal consenso all’algido prestidigitatore Mario Monti, si è estinta la destra, vasta e bizzarra radunata dei portatori di due etichette: la piccola etica [etichetta] interpretata da pendolari in viaggio tra Luigi Pirandello, Giorgio Almirante e Luciano Gaucci e il marchio di fabbrica [etichetta] applicato dalla sinistra, che (insegna Jean Madiran) inventa, confonde, giudica e condanna i suoi nemici.…

Continue reading

Il Discanto di Natale

Cari Amici, prima di congedarmi da voi per la consueta pausa natalizia, vi dedico questo Canto (che poi è un Discanto) di Natale. La storia la conosceta già, ma non è detto che alla lunga Monti-Scrooge & e i suoi compari possano sempre avere la meglio in Italia come in Europa. E’ quel che mi auguro sapendo già che sono in buona compagnia.…
Continue reading

Gente che segue i consigli di Napolitano

Negozianti “eroi”. Sono i due dipendenti della rivendita Vodafone di via San Lucia in pieno centro storico. Senza paura, domenica passate le 19.30, si sono lanciati all’inseguimento di un tunisino. Il nordafricano aveva appena rubato alla Rinascente un giubbetto in pelle da 260 euro e una pochette Guess da 35 euro.
Continue reading

Avanti un altro

Passera, ministro dell’evasione fiscale
In un editoriale di prima pagina sul Fatto Quotidiano Marco Travaglio se la prende con il Corriere della Sera e con gran parte della stampa italiana che ha nascosto o confinato nelle pagine interne la notizia assai clamorosa della condanna per evasione fiscale di alcune grandi banche italiane che dovranno sborsare al fisco complessivamente circa 800 milioni di euro più gli interessi maturati.…
Continue reading

Dei delitti, delle pene, della dignità e della redenzione

Domenica scorsa il Papa si è recato in un carcere ad ascoltare i detenuti e portare loro conforto e speranza.
Gli interventi dei detenuti sono stati a tratti commoventi e Benedetto XVI non è venuto meno al suo ruolo, parlando di dignità e redenzione come principi che devono essere rispettati e applicati anche nel sistema carcerario.…
Continue reading

La democrazia secondo il rosso

«La nomina di Monti non è stato uno strappo». «Mio dovere evitare scioglimento Camere». Il capo dello Stato: «Nessun strappo costituzionale. Con Berlusconi la sostenibilità internazionale era al limite»
MILANO– Giorgio Napolitano respinge le critiche su come ha gestito la crisi di governo e spiega: «È una grave leggerezza dire che la democrazia è stata sospesa.…
Continue reading

Obiezione di coscienza fiscale

Non posso che apprezzare l’ipotesi lanciata da alcuni sindaci della Lega per l’obiezione fiscale contro la rapina sulla casa degli Italiani.
E’ vero, come ha detto Berlusconi, che l’Imu è tassa federalista, ma lo è solo in un contesto differente, dove diventa l’unica tassa da applicare su un bene, come la casa, finalizzandola al finanziamento dell’economia locale.…
Continue reading

Governo nuovo, indulto nuovo

Basta che le carceri scoppino improvvisamente dovute a sovraffollamento e soprattutto non a  caso sotto un governo non di centro destra come quello attuale italiano a far prendere delle misure da pacchetto “svuota carceri” senza provare ad andare alla radice del problema nonostante che il governo Monti ammetta che si tratta di soluzioni-tampone in attesa di una riforma del sistema carcerario.…

Continue reading

Monti e Scrooge sono la stessa persona

La Grande Carognata di Natale, così tosta e così complicata, così a matriosce russe, che ogni volta la apri e ti salta fuori una sorpresa – una Carognata che nemmeno la stampa e i media ne sanno misurare l’entità, ci è già stata data. Full Monti o Rigor Montis o addirittura Rigor Mortis, Monti Python e il nonsenso della vita, Monte di Pietà, sono solo alcuni degli epiteti con il quale l’opinione pubblica cerca di mantenere quel che resta del senso dell’umorismo nei confronti di un governo di “autonominati” espropriatori.…

Continue reading

Miracolo a Des Moines?

Le primarie repubblicane prenderanno il via dal piccolo stato dell’Iowa il 3 gennaio. Sette i candidati ai nastri di partenza: Mitt Romney, ex governatore del Massachussetts e secondo classificato alle primarie 2008, Newt Gingrich, presidente della camera negli anni ’90 e acerrimo nemico di Bill Clinton all’epoca, Rick Perry, governatore del Texas, Michelle Bachmann, unica donna del gruppo, deputata del Minnesota e fondatrice del gruppo “TEA Party” alla camera, Rick Santorum, ex senatore della Pennsylavania, Jon Huntsman, ex governatore dello Utah e Ron Paul, deputato del Texas quarto classificato alle primarie 2008 e rappresentante libertario.…

Continue reading