Home » 2011 » dicembre (Page 2)

Lo spread

Sullo spread, su Berlusconi e sull’effetto Monti. Qui in un post particolareggiato di Bisquì. Lo spread non va minimizzato e, invece, l’illuminato bocconiano Monti ci dice di non sovrastimarlo.
Buona lettura.
Continue reading

Lo dico da bocconiano…

Un commento: “Patetici quelli che fanno la difesa d’ufficio di Monti, il quale è sostenuto solo dai grandi giornali i cui proprietari sono banche e finanzieri. E’ comunque preoccupante sentire un così titolato esponente del mondo economico come il Dott. Resca che nell’intervista sostiene che la liberalizzazione di attività come quella dei tassisti e dei farmacisti bloccano l’economia.…
Continue reading

Bocconiani…

Dal “disarcionamento” del dittatore Berlusca ad oggi, lo spread è rimasto più o meno lo stesso (oggi, dicono, sia a 518), il profdottor monti, oggi nella sua paternale ci dice di non sovrastimare lo spread… Si, faccio una domanda stupida… ma perchè prima c’era da sovrastimarlo e adesso no?
“I proprietari di casa tassati due volte: su reddito e valore”
Il presidente di Confedilizia, Carlo Sforza Fogliani boccia senza riserve la riforma del catasto annunciata dal governo di Rodolfo Parietti
Milano «È una patrimoniale mascherata.…
Continue reading

La ricetta rivoluzionaria è fallita

Spread a 521 punti dopo aver piazzato i titoli di stato. Consumi di Natale a meno 20% dagli anni precedenti. Le mummie hanno sbagliato tutto! Abbiamo sempre detto, fin dal primo momento dell’insediamento del governo Monti con la sua ricetta rivoluzionario/miracolosa, che non avremmo mai appoggiato questo governo che invece ha ottenuto anche l’appoggio del […] …

Continue reading

Tagli alla politica? E quando mai…

La Sicilia salva la doppia indennità. L’assemblea regionale ha dichiarato inammissibile l’emendamento che voleva un solo compenso
MILANO – Salvi. Almeno per quel che riguarda l’indennità degli assessori regionali in Sicilia. La Presidenza dell’Assemblea regionale siciliana ha dichiarato inammissibile un emendamento all’esercizio provvisorio che aboliva una delle due indennità percepite dagli assessori non eletti.…
Continue reading

La straordinaria fase 2

Nel frattempo, (per chi non lo sapesse) ieri sono aumentati i pedaggi autostradali. Il Pdl ha mal di pancia… mi chiedo dove sia stato il partito del cavaliere finora. Avrebbe potuto fermare tutto prima della catastrofe e non lo ha fatto… allora perchè continuare tanto a mugugnare se “il governo monti è il male minore”?…
Continue reading

Scrooge ha messo gli occhi sulle nostre case

Mentre gli Italiani brindavano ad un incerto futuro, il governo che gli Italiani non hanno mai votato né eletto, preparava nell’ombra l’ennesima rapina.

Ricordate quale fu l’innesto della attuale crisi economica globale ?
La speculazione sugli immobili ed i mutui, esatto.
Evidentemente qualcosa deve essere rimasto delle ambigue e pericolose frequentazioni di Monti (Trilateral, Goldman, Bilderberg …) perché l’osannato tecnico (rectius: teorico come giustamente scrive Gaetano il Cronista  in netta contrapposizione alla concretezza di chi vive tra il Popolo) sembra ossessionato dalle case.…
Continue reading

L’algido fascino della Regina delle Nevi

Il periodo delle festività natalizie è propizio alle fiabe di magia, spesso ridotte in cartoni animati per  lungometraggi, destinati a un pubblico infantile.  Ce ne fanno fare un’overdose in tv, di fiabe classiche in versione Disney e, non di rado,  ne viene snaturato il contenuto pedagogico e formativo, tutto a vantaggio degli effetti speciali e degli incassi di botteghino.…

Continue reading

L’importante è spremerci

Prima, da Nessie, un post dal titolo “Di crisi si muore“. La crisi in grecia. Poi, su una pagina del Sole24ore, titolo: “Papademos fa centro: Ici greca oltre le aspettative. Per chi non paga scatta il taglio della corrente“… come dire, facile vincere facile eh? Ma si mormora anche che uno stato che strangola è uno stato dittatore… e la dittatura viene da altrove.…
Continue reading

Doppiamente parassiti

Consulenze e incarichi privati. Il doppio lavoro degli statali. Il rapporto della Guardia di Finanza: già scoperti 3.300 casi
ROMA – C’è chi timbra il cartellino ed esce subito dopo, chi sbriga in ufficio le pratiche dei suoi clienti privati. Addirittura chi accetta consulenze su progetti che poi dovrà valutare per conto dell’Amministrazione.…
Continue reading