Home » 2011 » novembre (Page 24)

Post-Mallett

Ma forse il vero problema è che ci manca sempre l’uomo che fa la differenza.
Il nuovo coach Brunel si presenta: «Italia competitiva entro 2-3 anni». Il tecnico transalpino: «Presto lotteremo per vincere il Sei Nazioni. Azzurri tra le prime sei squadre al mondo»
BOLOGNA – Il nuovo coach dell’Italrugby, il francese Jacques Brunel, 57 anni, si presenta con un proclama a metà: «Entro due-tre anni – dice il tecnico alla presentazione ufficiale a Bologna – l’Italia deve essere in grado di lottare per vincere il Sei Nazioni».…
Continue reading

Berlusconi salva ancora i nostri risparmi

Nonostante la mentalità perversa di chi continua a chiedere “passi indietro” per proporre, come alternativa alla politica del Governo, patrimoniali, prelievi forzosi e ripristino ici (veggasi le allucinanti esternazioni di Marcegaglia) ancora una volta (sperando che non sia l’ultima) Berlusconi ha salvato i nostri risparmi dall’avidità dei gabellieri della sinistra e delle varie spectre finanziarie internazionali.…
Continue reading

Padroni

Il marito la picchia e la violenta perché non vuole portare il velo. Imam marocchino residente nel Trevigiano è indagato dalla procura di Vicenza
VICENZA — È stata picchiata, forse anche violentata dal marito. Lui è un imam che guida una moschea del Trevigiano, che da mesi la sta perseguitando. Lei è una donna la cui unica colpa è di volersi integrare: guidare l’auto, togliere il velo e imparare l’italiano.…
Continue reading

Giulia? Speriamo che somigli alla Carlà!

… E se la battuta l’avesse fatta Berlusconi invece di Obama?   Questa mattina a Cannes nella riunione del G20 – nella quale si parlerà del futuro dell’economia mondiale – i principali leader mondiali hanno trovato il tempo e il modo per essere spiritosi, pare. Infatti Obama, leader n° 1 al mondo, rivolgendosi a Sarkozy, […] …

Continue reading

Matteo Renzi e altre alluvioni

Matteo Renzi, come sapete è il sindaco PD di Firenze che non si vuole allineare all’andazzo PD, …PCI.

Attenzione che questo politico sta dicendo tutte le cose che diceva la Lega degli inizi degli anni 90’. Niente di più e niente di meno. La rottamazione dei ‘’vecchi’’ intendendo tutta le gente anguillosa di sinistra e di destra, colpevole dello sfascio.…

Continue reading

A proposito di scuola media

Recentemente un’insegnante di lingue classiche del liceo statale Andrea D’Oria ha lamentato che le difficoltà di non pochi allievi e allieve nell’apprendimento del Greco e del Latino consiste nel fatto semplicissimo (noto alla maggior parte dei docenti delle discipline letterarie e linguistiche) che essi conoscono poco la grammatica, la morfologia e la sintassi della loro lingua madre, l’italiana.…

Continue reading

Arte povera e altre imposture

La solitudine e, va da sé, la frustrazione sono stati inevitabili per il pittore o scultore rimasto fedele al figurativismo nel periodo della dittatura informale, concettuale, pop o dadaista che ci ha afflitto nei decenni scorsi. Fino a ieri non era nemmeno consentito polemizzare con la frattura che l’avvento dello sperimentalismo obbligatorio ha provocato con la tradizione dell’arte figurativa e con quel bagaglio inestimabile di tecniche e di esempi che essa ci aveva portato in dote.…

Continue reading

La grecia, il referendum, la culona e nanoleone

Merkel: « Avanti anche senza Grecia». Ma ora il governo di Atene è in bilico. L’esecutivo di Papandreou si spacca sul referendum. E in Parlamento perde la maggioranza sul voto di fiducia
MILANO – Rischio sopravvivenza per il governo di Georges Papandreou. L’esecutivo del premier greco si è spaccato sulla scelta di quest’ultimo di indire un referendum sul piano salva-euro varato dall’Unione.…
Continue reading

Facciamo il governo tecnico, ci conviene

Mai come in queste ore rileggere i deliri di Kant nel “Trattato per la pace perpetua” provoca tanta ilarità. Il ciarlatano teutonico riteneva che solo una maxi-federazione sovranazionale potesse garantire la pace perpetua e ovviamente gli architetti della finzione europea si sono abbeverati alla fonte del Do Nascimiento della filosofia. Oggi la finzione è ormai smascherata e ci stiamo avviando alla resa dei conti, ma non è ancora abbastanza, ancora gli italiani non si sono accorti della finzione europea.

Continue reading

Non c’è nulla da condividere con la sinistra

Napolitano insiste nel tirare la volata ai suoi vecchi sodali e continua a sproloquiare di “larga condivisione” tra Maggioranza e opposizione, a ricevere le opposizioni, invece di restare in silenzio come imporrebbe il suo ruolo se fosse realmente super partes.

Parlando e muovendosi, invece, diventa l’interprete principale del coro propagandistico antiberlusconiano.…
Continue reading