Home » 2011 » ottobre (Page 2)

La trimurti è ferma al passato

Mi ricordo una vecchia pubblicità di uno yogurt il cui protagonista era un Grillo giovane e che ancora faceva ridere.
Si vedeva un folto gruppo di lavoratori che stava rientrando in fabbrica quando arriva la notizia che era finito lo yogurt.
Grillo, con mimica azzeccata, urlava: è finito lo yougurt ?…
Continue reading

Eurotruffa

La vera storia dell’”eurotruffa”. Così Prodi & C. ci hanno svenduto di Claudio Borghi
La nave non deve limitarsi a uscire dal porto con la banda e navigare bene per un po’, ma deve arrivare sana e salva a destinazione, se ciò non accade e fa naufragio, è doveroso indagarne le cause e se è il caso cercare i responsabili.…
Continue reading

Un trick per Facebook

Facebook, in eterna attesa dell’implementazione della timeline, ha sottratto agli utenti la vecchia comoda possibilità di sfogliare le proprie pagine di profilo (e dei profili altrui), che permetteva di ritrovare i post già pubblicati da molto tempo.

E’ vero che ancora resta, al piede della pagina del profilo, la funzionalità “Pagina precedente”, ma è scarsamente utilizzabile per vere retrocessioni; è lenta, ed accumulando via via numerosi post sulla medesima pagina, in breve diventa pesante, praticamente inservibile.

Continue reading

Cultura finanziaria 8

Ricordate ancora le adorate, poi, per molti, diventate odiate Cartelle Fondiarie CARIPLO (Cassa di Risparmio delle Province Lombarde, ora Banca Intesa)? A qualcuno creò ricchezza inaspettata, alla gran parte dei sottoscrittori creò miseria. A molti, quelli che seppero cogliere l’occasione, consentì l’acquisto di una casa, ai sottoscrittori delle cartelle creò illusioni, ed in seguito amarezze.…
Continue reading

E loro poco costruttivamente, scioperano…

La Camusso all’attacco: “Diremo sempre di no, licenzieremo il premier” di Sergio Rame
Datele tempo. E porterà tutti i sindacati in piazza. Lei che si vanta di dire sempre no, la segretaria generale della Cgil, Susanna Camusso, promette fuoco e fiamme, barricate, manifestazioni oceaniche. Si sente aria di anni Settanta. Si sente aria di ideologia.…
Continue reading

L’islam e il pericolo non visto

La politica-che-non-vede-il-pericolo. La carriera senza ostacoli di Ingrid Mattson. Analisi di Bruce Bawer
Storico della penetrazione islamica in Occidente, ed in Europa in particolare, Bruce Bawer è autore di due saggi che hanno riscosso l’apprezzamento internazionale, tra cui quello di Bernard Lewis, “While Europe splept”, e “Surrender appeasing islam, sacrificing freedom”, non tradotti in italiano.…
Continue reading

Camussopulos, Bonannidis e Anghelettides: moussaka sindacale

Mentre le borse festeggiano gli accordi europei e chi comprò (bene) ad agosto comincia a realizzare il meritato guadagno (ad maiora !), il vecchio sindacato ottocentesco che ci ritroviamo in Italia guarda con occhio languido alla Grecia e Camussopulos, Bonannidis e Anghelettides chiamano i lavoratori alla mobilitazione.
La Grecia, ad ogni sciopero generale, ha visto aumentare l’onerosità delle condizioni imposte per ricevere finanziamenti e così il brillante risultato ottenuto dai sindacati greci è stato quello di passare dalla riduzione dello stipendio per gli statali al licenziamento di trentamila di loro.…
Continue reading

Scarsa lingua di terra che orla il mare…

Vernazza prima dell'alluvione

Premetto che l’ambiente non è né di destra né di sinistra e che vivere in un ambiente geografico sicuro è nell’interesse di tutti gli Italiani. Quello che sta accadendo in Liguria, terra nella quale sono nata, e naturale porta del Nord-Italia e del Nord-Europa, per tutti quelli che vengono a respirare un po’ d’aria di mare nel mentre fanno qualche romantica passeggiata, è semplicemente catastrofico.…

Continue reading

Manipolatori di notizie

Ieri, mentre cercavo notizie riguardanti il MUST (Museo del Territorio) di Vimercate, mi sono imbattuto in un sito che è un blog. Il titolo di un suo post, o articolo, ha attirato la mia attenzione: Peggio Andreotti o il Cavaliere? Lette le prime righe, in cui si parla di bunga-bunga, ho troncato subito la lettura, anche perchè l’unico commento presente fino a quel momento accennava al sorrisetto tra la Merkel e Sarkozy, seguito dalla solita tititera che ci coprirebbero di ridicolo.…
Continue reading