Home » 2011 » settembre (Page 6)

L’opposizione rende l’Italia inaffidabile

Non avete letto male, e non abbiamo neanche sbagliato il titolo. Infatti noi crediamo, ma non siamo i soli, che se l’Italia è considerata inaffidabile politicamente, dal resto del mondo, tanto da essere stata declassata, la causa non è del governo del centro-destra che sta governando, bensì dell’opposizione di sinistra. A cominciare dal segretario del […] …

Continue reading

Unico indagato Berlusconi.

Centomila intercettazioni per ascoltare le telefonate private di Berlusconi solo per il caso Tarantini. Facciamo, per essere buoni, a buon prezzo, una media di “solo” cinquantamila intercettazioni per ogni anno di questi ultimi diciotto anni? Va bene? Quanti milioni/miliardi di euro vengono? Tutti soldi spesi per la campagna antiberlusconiana dalle toghe rosse.…

Continue reading

Lampedusa-Libia

Il titolo di questo post nasce da una  mia indecisione: parlare della  giusta ribellione dei lampedusani ai soprusi dei tunisini che hanno dato fuoco all’isola e che minacciavano pure di far saltar per aria il Bar-Ristorante “Il Delfino blu” con bombole di combustibile o parlare dello schiaffo all’Italia da parte degli americani sulla questione libica?…
Continue reading

La grande fiction a Roma

Le star della tv italiana e internazionale ma anche attori e registi del calibro di Jim Belushi e Pupi Avati al RomaFictionFest, all’Auditorium Parco della Musica di Roma dal 25 al 30 settembre prossimi. Ad aprire la serata inaugurale, prevista per domenica, saranno Gigi Proietti, Vanessa Incontrada, Gina Lollobrigida e Remo Girone. Cinque giorni dedicati alla tv che più appassiona, anteprime italiane come Distretto di Polizia 11, Tutti Pazzi per Amore 3, Visto d’Angelo con Gabriel Garko e I signori della truffa con Gigi Proietti  ma anche la migliore televisione oltreconfine della prossima stagione per quest’evento, giunto alla V° edizione, promosso da Regione Lazio, Camera di Commercio di Roma e organizzata dall’Associazione dei Produttori Televisivi (APT).
Continue reading

Baby pensionati si danno alla politica

Tecnicamente non credo sia pensionato.
Ma quando un signore, per togliere il disturbo da una delle due principali banche italiane, riceve una buona uscita di ben quaranta milioni di euro (ottanta miliardi ottanta delle vecchie lire !!!) dopo averne incassati altre decine negli anni da manager, può essere, a tutti gli effetti, considerato un baby pensionato.…
Continue reading

Ah, bhe allora…

Un pericoloso isolamento
Si può anche concedere che Barack Obama sia stato sgarbato con l’Italia. Ringraziare davanti all’Assemblea delle Nazioni unite Lega araba, Egitto, Tunisia, Francia, Danimarca, Norvegia e Gran Bretagna per il ruolo svolto in Libia contro il regime di Gheddafi, dimenticando il governo di Roma, è un’amnesia singolare. Ma sottolineare l’omissione di un presidente degli Stati Uniti che vive lui stesso un momento di seria difficoltà non basta a eludere una domanda di fondo: perché l’inquilino della Casa Bianca non sente il bisogno di dire grazie anche a un’Italia immersa nel Mediterraneo?…
Continue reading

Emergency e l’immigrazione

Emergency sui fatti di Lampedusa. “E’ il risultato di una politica criminale”. I migranti – dice l’organizzazione umanitaria – oltre a essere privati dei più elementari diritti umani, vengono deliberatamente usati per esasperare gli animi, costruire “diversi” e “nemici”, alimentare guerre tra poveri”
LAMPEDUSA – Sulla situazione che si sta creando a Lampedusa, Emergency 1 ha diffuso un comunicato nel quale si esprime una valutazione e si lanciano delle accuse precise alla politica dell’immigrazione adottata da questo e da altri governi.…
Continue reading

Ricordando Oriana

“Vi sono momenti, nella vita, in cui tacere diventa una colpa e parlare diventa un obbligo. Un dovere civile, una sfida morale, un imperativo categorico al quale non ci si può sottrarre”. In queste parole che aprivano un celebre articolo del Corriere della Sera del 29 settembre 2001, sembra riassunto il pensiero di Oriana Fallaci, scrittrice e giornalista che morì nella sua Firenze il 15 settembre 2006, cinque anni fa  esatti, sconfitta da una grave malattia che neppure il suo carattere forte ed il suo spirito combattivo riuscirono a vincere.…

Continue reading

Colpo d’ala dal Cnel? Sarebbe bel…

Difficile non essere d’accordo con il Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, sulla necessità di arrivare a “scelte meditate e condivise” per superare la crisi economica e sociale. Sul come arrivarci la questione è però decisamente più complicata. Lo ha ammesso lo stesso Napolitano, riconoscendo , al margine della mostra per i 150 anni dell’Unità all’Archivio di Stato dell’Eur, quanto sia complesso trovare facili vie d’uscita: “Colpi d’ala in tasca non ne ho e credo non ne abbia nessuno”.…

Continue reading

Premio nobel all’imbecillità

La smemorata dell’onu e l’allarme mai dato di Gian Micalessin
Se c’è un premio per gli eredi dello smemorato di Collegno allora è tutto per Laura Boldrini. L’ha stravinto con l’intervista in cui scarica sul governo le responsabilità per la distruzione del centro d’accoglienza di Lampedusa. A dar retta alla portavoce dell’Alto Commissariato per i Rifugiati scempio e distruzione sono dovuti solo all’insipienza dell’esecutivo.…
Continue reading