Home » 2011 » settembre (Page 5)

La condonata

Il condono di Lady Marcegaglia di Nicola Porro
Emma Marcegaglia propone un nuovo manifesto per l’Italia. Di nuo­vo c’è poco, se non la sfiducia che la Signora ha nei confronti del gover­no Berlusconi. Che in effetti di riforme ne ha fatte davvero pochine. Ma della signora Marcegaglia ci possiamo fidare? E questi grandi imprendi­tori che si stanno già combattendo per la successione della Signora, hanno tutti le carte in regola per fare i moralisti?…
Continue reading

Zitti tutti, ora parla lei

Ora anche Vogue chiede la testa del Cav senza sapere nulla di Giuliano Ferrara
Anna Wintour è la gran signora della mo­da mondiale. Si dice scandalizzata, con­versando con un giornalista di Repubbli­ca, perché in Italia nessuno fa nulla per buttare giù Berlusconi, che si comporta in modo tanto difforme dagli standard ti­pici del mondo delle sfilate, e si doman­da perché mai le donne non scendano in strada a protestare per la loro dignità.…
Continue reading

Default a catena

Si parla ormai apertamente di default a catena, è di ieri, infatti, una ennesima dichiarazione, in tal senso, fatta dal ministro del tesoro americano Tim Geithner, paventandola come probabilità realistica, se i ministri europei non troveranno una soluzione in tempi rapidi al problema del debito greco. E’ un problema che coinvolgerebbe il debito pubblico di tutti gli altri stati europei.…
Continue reading

Fazio è proprio scemo

A dispetto della grande intelligenza che i suoi estimatori gli attribuiscono, io, al contario oggi affermo che il personaggio è proprio scemo! Mi ero sempre astenuto dal dare titoli così diretti a certi personaggi come lui, Lerner, Santoro. … Sì, li chiamavo comunisti, trinariciuti, boccaloni, mistificatori… Ma scemo non non lo avevo mai scritto per […] …

Continue reading

Le colpe degli altri…

I clandestini tunisini mettono a ferro e fuoco Lampedusa, bloccano il porto di linosa, lanciano sassi contro la gente e contro le forze dell’ordine ferendole, rendono inagibile il cie… e la questura che fa?
Gli immigrati bloccano. il porto di Linosa. La questura ha acquisito foto e filmati degli scontri a Lampedusa in cui compaiono isolani armati di bastoni.…
Continue reading

Esempi di possibile elusione/evasione

Da Il Giornale.it
sabato 24settembre 2011
La bella vita del moralista. (il Giornale.it: Moralisti d’Italia)
Ce­ne in ristoranti esclusivi con i pa­renti fatti passare per colleghi di la­voro. Taxi a gogò trasformati in ma­teriale di cancelleria. Scampagna­t­e all’estero con i familiari nelle ve­sti di improbabili docenti. Aldo Schiavone, giurista, professore di diritto romano, intellettuale appol­laiato sulla rive gauche, è nei guai.…
Continue reading

I "salvatori" della patria

Come al solito, commentare da moma con il proprio account-google e estremamente complicato, e allora ho pensato di pubblicarlo qui.
In riferimento al post di moma L’ampolla e l’unità d’Italia. Posso concordare con l’articolo di Vittorio Vidotto sulla presa di Porta Pia come atto finale che ha portato all’unità d’Italia, ma non posso certo concordare con la parte finale dell’articolo nel quale diventa il solito luogocomunista (inteso nel senso di declamatore di luoghi comuni), affermando che se la Lega facesse cadere il governo Berlusconi, farebbe un favore all’Italia e non solo alla Padania.…
Continue reading

L’ampolla e l’unità d’Italia

Lo scorso anno è stata celebrata a Roma, in maniera significativa, la presa di Porta Pia. Insieme, quasi a suggellare una riconciliazione sugli eventi, il Capo dello Stato, Giorgio Napolitano, e il Segretario di Stato Vaticano, Cardinal Tarcisio Bertone. Autorità che non hanno mai partecipato, e forse mai parteciperanno, all’annuale raduno padano a Pian del Re, alle fonti del Po.…
Continue reading

Un progetto per l’Italia

L’aggressione mediatico giudiziaria contro Berlusconi, si è ora trasformata in una aggressione all’Italia che vede direttamente scendere in campo gli gnomi della finanza internazionale cui, evidentemente, non piace l’indipendenza e l’autonomia del nostro Governo.
Non piace, come scritto ieri, neppure che gli Italiani, grazie ai risparmi ed al loro patrimonio, possano godere di un tenore di vita superiore a quello delle altre nazioni che non beneficiano di tali risparmi privati.…
Continue reading

La residenza rivierasca della Regina Margherita

Bordighera è un angolo di  quiete del Ponente Ligure, situata tra cielo, mare e immersa in una vegetazione rigogliosa che mescola quella mediterranea di pini, lecci, olivi, cipressi,  pittospori, mimose,   a quella tropicale. Già territorio di sperimentazione botanica a cura di  agronomi e naturalisti inglesi e tedeschi grazie alla mitezza del suo clima,  vi sono state  trapiantate fin dall’antichità,  specie di alberi come il ficus magnolia che ha dimensioni davvero colossali, il banano, l’albero del pane, l’avocado, l’albero del pepe, palmizi di ogni varietà,  ecc.…
Continue reading