Home » 2011 » luglio (Page 14)

I "professionisti della protesta" antiTav bolognesi

La protesta antiTAV andata in onda in Val di Susa in questi giorni è stata particolarmente pesante. Erano presenti anche “protestatari bolognesi” organizzati, come gente proveniente dall’estero. Nella mia limitatissima e relativa opinione, mi sento di dire che la TAV per un verso ci serve, per non restare tagliati fuori dal nuovo sistema di comunicazione e spostamento-collegamento europeo.

Continue reading

Death Of The West

Con la settimana entrante, mi congedo dal Giardino in vista dell’estate, personalmente ritornerò su questi schermi più avanti. Colgo l’occasione per salutare tutti gli Esperidi e i lettori/commentatori, e augurare a tutti una serena estate.Seguiranno adesso questo e un altro post, non scanzonati, ma di breve riflessione.

Non servono molte parole per capire il testo fortemente critico di questo vecchio ma a mio avviso splendido e profetico brano dei Death in June (Douglas P.), non lontano dai significati degli ultimi post qui pubblicati.Il brano fu composto in occasione dell’album “Burial” (1984), poi coverizzato e reso famoso anche dai Sol Invictus.Di seguito anche il testo, su cui consiglio di soffermarsi, alla luce degli ultimi nostri post.…

Continue reading

Un grande Alfano

Un grande Angelino Alfano è stato nominato segretario del Pdl per acclamazione. Tutta la platea, nessuno escluso, era in piedi ad applaudirlo. Presentato con un bel discorso da Silvio, discorso nel quale c’è stata commozione, sia da parte sua, che da parte di tutti, l’Angelino è salito sul palco per fare il suo discorso di esordio […] …

Continue reading

DSK, intrigo internazionale?

Non ho mai provato grande simpatia per Dominique Strauss-Kahn. Sinceramente l’ho sempre ritenuto un rappresentante della gauche caviar della peggior specie, di quella corrente dei bobo che poco hanno a che fare con la vera sinistra e molto ha invece a che fare coi poteri forti. Nel panorama della gauche d’oltralpe gli preferisco di gran lunga il rimpianto “Le Pen rosso” George Freche, lo schietto Jean Pierre Chevenement, il frizzante Manuel Valls e l’euroscettico Arnaud de Montebourg.…

Continue reading

Wimbledon, è nata una stella?

Doveva essere il giorno di Maria Sharapova. Tutti erano pronti a festeggiare il ritorno dell’algida siberiana tra le vincenti del tennis proprio sul campo che sette anni fa la proiettò nell’olimpo del tennis quando nel lontano 2004 tramortì una sbigottita Serena Williams e divenne la prima, e finora unica, russa a sedersi sul trono di Wimbledon.

Continue reading

Strauss Kahn: diario di una cameriera

Troppo smaccatamente evidente e impudente per essere vero. Così ho pensato fin da subito  che quello ordito contro Dominique Strauss Kahn e la cameriera negra (o nera secondo la correctness  terminologica americana del “black”)  fosse un bel trappolone surettiziamente montato per l’uopo, a carattere mediatico-giudiziario. Intendiamoci, le debolezze e i vizi sessuali dell’uomo costituiscono di per sé un ottimo retroterra per inciampare nelle  trappole e essere vittima di ricatti.  Tuttavia,  una cameriera che si inserisce col passepartout in una suite di un grand Hotel per potenti della terra manco fosse un alberguccio a gestione familiare, con all’interno un cliente di riguardo, è alquanto sospetto.

Continue reading

Reincarnazioni

Siccome è alquanto complicato lasciare commenti a Pensiero Verde, e siccome ho trovato estremamente gustoso uno dei loro ultimi post – la storia in chiave di novella decameroniana De Magistris, il Mago di Oz – mi è così sembrato inopportuno non farla conoscere ad una più nutrita platea di potenziali lettori. Sono così andato sul blog di Mario Giordano, Sanguisughe, del quale sono ormai di casa in pianta stabile, e vi ho lasciato il link.…
Continue reading