Home » 2010 » febbraio

35 anni fa: Mikis Mantakas.

Il 28 Febbraio 1975 cadeva a Roma,colpito a morte da due proiettili sparati dai terroristi rossi lo studente greco iscritto al FUAN Mikis Mantakas di soli 23 anni, durante l’ ennesimo assalto alla sede missina romana del quartiere Prati.

Alvaro Lojacono, responsabile materiale dell’ omicidio, non ha mai scontato un minuto per tale reato e neanche per la strage di Via Fani, nonostante le condanne subite a sedici anni per il primo ed ergastolo per il secondo.

Continue reading

Vittorio Montiglio III.

Mi rendo conto che Morti Dimenticati è un archivio, e ricevendo lettere come questa che pubblico, ritrovo la voglia di scrivere, persa per molteplici motivi, tra cui la situazione della Patria. Grazie, Roberto !Intanto, riprendiamo da Vittorio Montiglio:

Roberto Montiglio said…Grazie per i commenti. Prima di tutto, prego scusse per il mio Italiano che non é troppo buono, non lo parlo nemmeno lo scrivo da tanti anni cuando lo ho imparato a Scuola qua in Cile.

Continue reading

Forse non ci siamo capiti

Chi ha votato per il “centro-destra” e, particolarmente, per Lega Nord, lo ha fatto soprattutto perche’ la “destra” – che si e’ invece rivelata poco meno che una sinistra moderata – risolvesse la questione immigratoria. Con una certa dose di ingenuita’, gli elettori, hanno sperato che si potesse tornare indietro; bloccare gli “inevitabili” flussi migratori in entrata, e favorire quelli in uscita.…

Continue reading

IL CORAGGIO DI UNA SCELTA E LA PROVA DELLA SUA CREDIBILITA’.

Per l’11 febbraio, o meglio il 22 di Bahman del calendario persiano, anniversario della rivoluzione islamica, la Guida Suprema iraniana, Alì Kamenei, ha promesso “un pugno in faccia all’Occidente”: può darsi che quanto avvenuto il 9 febbraio davanti all’ambasciata italiana in quel Paese, e ad altre sedi diplomatiche europee, sia da intendersi come l’antipasto, l’esercizio di riscaldamento preludente ad azioni più eclatanti, o che tutto, almeno per il momento, debba considerarsi esaurito lì.

Continue reading