Primi grossi guai per Obama: La Destra di Lieberman al Governo in Israele.

Grossi guai per il pacifista ed amico dei ricercatori alla Frankestein,temporaneamente in carica negli USA: Benjamin Netanyahu ha annunciato di aver raggiunto l’ accordo con il Partito di Avigdor Lieberman, Yisrael Beyteinu (La Nostra Casa d’ Israele ovvero Israele la Nostra Casa), che avrà cinque Ministeri importanti: Esteri, Sicurezza interna, Infrastrutture, Turismo e Integrazione. E’ un passo importante a dimostrazione che gli Israeliti di Israele hanno meno pregiudizi verso la Destra dei Miei Fratelli Israeliti d’ Italia, ancora legati o alla sinistra oppure a visioni della politica appartenenti ormai solo alla Storia. E che il Premier incaricato Netanyahu dimostra di non lasciarsi influenzare da esterni, a differenza di Berlusconi che non ha voluto patti esterni con La Destra.

Liebermann, nativo di Chisinau, un tempo Romania ed oggi facente parte della Moldavia, che avrà gli Esteri, è un continuatore della linea del Revisionismo Sionista fondato dall’ eroe della Prima Guerra Mondiale Zeev Jabotinsky, ammiratore di Benito Mussolini, di cui ho parlato nel post precedente. Davanti alle richieste di pacificazione di Obama intese come capitolazione davanti ad Hamas (in passato chiese la fucilazione di eventuali parlamentari della Knesset in contatto con l’ organizzazione palestinese), sarà un osso veramente duro, forse indigesto anche alla Sig. ra Clinton. Al tempo stesso il leader della Destra Israeliana è ideatore di quel “Piano Lieberman”

che potrebbe essere una giusta soluzione per l’ annoso conflitto arabo-israeliano.
Di Lieberman,spesso paragonato ad Heider ed ingiustamente tacciato di razzismo, riporto alcune frasi.
Sul conflitto:
“Si tratta dei nostri valori e delle nostre idee, e fa parte di uno scontro mondiale tra l’Occidente o il mondo libero e il mondo radicale islamico. Israele rappresenta il mondo libero, e l’Autorità Palestinese e Hamas rappresentano il mondo radicale islamico”.
Sul riportare i confini al 1967:
“la soluzione migliore è la separazione, come nei Balcani.”
Sugli arabi israeliani: “vogliono godere di tutti i vantaggi dell’Israele moderno, ma d’altro canto vogliono distruggerci dall’interno”.
Ed inoltre:
“Israele è sotto un doppio attacco terroristico, dall’interno e dall’esterno. E il terrorismo dall’interno è sempre più pericoloso del terrorismo dall’esterno”.
Per Obama, nuovi capelli bianchi…

Subdoli e minori!

The image “http://img253.imageshack.us/img253/4706/clandestini4.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.

RomaSono quasi 8000 l’anno i minori stranieri non accompagnati che arrivano in Italia, e il loro numero è in costante crescita, soprattutto nelle città del centro-nord. Secondo lo studio promosso dall’Anci i minori arrivano in Italia, spesso con l’accordo delle famiglie. Tra loro sono tanti quelli che fuggono dalle strutture di accoglienza e dai servizi sociali (62% gli irreperibili nel 2006), e quasi il 60% «sono particolarmente esposti a percorsi devianti perchè privi di permesso di soggiorno».

I mezzi scelti per il viaggio sono tanti (a piedi, nascosti su traghetti, camion e autobus, in macchina accompagnati da «passeur» che falsificano i documenti di viaggio).

[fonte: un quotidiano dalla rete]

LA PATRIA SEGUITA A ESSERE
UN VERGOGNOSO COLABRODO
DOVE I CLANDESTINI PIAZZANO
LA LORO PROLE INFETTANDO
IL SISTEMA ECONOMICO E SOCIALE.
GLI SBARCHI DEVONO ESSERE BLOCCATI,
GLI IMMIGRATI RISPEDITI AL MITTENTE,
LA LORO PROLE SPEDITA INDIETRO
CON I RISPETTIVI GENITORI!
NON PERMETTIAMO LA TOTALE
DECADENZA DEL NOSTRO PAESE!


L'immagine “http://img125.imageshack.us/img125/3448/crociatoblogud9.jpg� non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

+nuovopatriota+

Invasione!

The image “http://img23.imageshack.us/img23/5821/ragazzi.jpg” cannot be displayed, because it contains errors.

RomaLA PRIMA elementare nel quartiere periferico di Torpignattara, a Roma, rischia di vedere iscritti solo tre alunni italiani. Gli altri, 18, sono tutti stranieri. Nel nostro Paese, le classi sono sempre più multiculturali. Complice l’aumento dei flussi migratori degli ultimi anni, in 12 mesi gli alunni stranieri iscritti nelle scuole della Penisola sono aumentati di oltre 70mila unità. Nei prossimi due o tre anni gli alunni stranieri potrebbero raggiungere e superare quota 1 milione.


[fonte: una rivista dalla rete]

UN’AUTENTICA INVASIONE
E’ QUELLA CHE CI ATTENDE
NEI PROSSIMI ANNI.
SE I FLUSSI MIGRATORI NON SARANNO
FERMATI, SE NON CI SARA’ UNA RIGOROSA
SELEZIONE E RIDUZIONE DEGLI STRANIERI
GIA’ NEL NOSTRO TERRITORIO, GLI ITALIANI
AUTOCTONI RISCHIANO DI ESTINGUERSI
E LA PATRIA FINIRA’ NELLE MANI
DI POPOLI CHE NE DISPREZZANO
LEGGI E REGOLE!


L'immagine “http://img125.imageshack.us/img125/3448/crociatoblogud9.jpg� non può essere visualizzata poiché contiene degli errori.

+nuovopatriota+

A ognuno il suo genocidio (e il suo debito)

Il regime universalista instauratosi dopo la fine della IIa GM ha creato un problema. Uno dei tanti, per altro. La continua messa in discussione del passato e la rincorsa dei popoli al ruolo di vittime collettive. Preferibilmente, vittime dei regimi fascisti o affini, essendo quelle dei regimi comunisti ideologicamente dispensate da ogni revisione oltre che indegne di umana pieta’. Ad ogni volta