Io voto NO!

Che non servono tanti giri di parole. Non serve nemmeno leggere il testo del referendum visto che è un grande imbroglio. Basta davvero poco, basta entrare in cabina, aprire la scueda e votare NO. Fonzarelli resterà ma almeno per ora, non ci sarà la modifica alla costituzione.

Continue reading

Votare è un disturbo

Il primo fu Napolitano che chiamò il Popolo a votare, per la prima volta, in inverno, a febbraio, nel 2013.
Renzi, che quando sembrava veleggiare sulla cresta dell’onda, voleva votare il 2 ottobre se non a settembre, ha scelto il 4 dicembre, la settimana, cioè, che culmina con il ponte dell’8 dicembre e l’apertura della stagione sciistica nelle principali stazioni invernali.

Continue reading

Mister Taroccò da Rignano sull’Arno

Renzi non perde occasione per mostrare il suo lato infantile, la meschinità e la bassezza del suo codice comportamentale che, a questo punto, è chiaramente scritto nel suo dna.
Sconfitto il suo candidato a Roma, non perde occasione per attaccare il sindaco grillino, anche se strombazza ai quattro venti che non lo fa.

Continue reading

Fatto il Referendum, trovato l’Inganno

Ora avrete capito perché Renzi ha impiegato così tanto tempo per indire una data referendaria che, mentre scrivo, è ancora incerta. Adesso è tutto chiaro: tenere per sé la carta della data significa esacerbare gli animi, farsi una bella campagna referendaria in tv sulle reti Pd1, Pd2, Pd3 unificate,   senza i debiti contrappesi (la par condicio);  e dulcis in fundo taroccare pure il quesito referendario, secondo modalità suggeritegli direttamente da Soros (vedere questa intervista al Corriere, risalente al 21 luglio scorso) e dalle banche.

Continue reading

I tarocchi il gioco preferito da Renzi

Piovono prove che Renzi è sempre quello dell’ “Enrico stai sereno”: dice una cosa e ne fa un’altra.
Basti pensare all‘attacco sferrato alla Raggi dopo aver giurato e spergiurato che lui, la Raggi non l’avrebbe attaccata.
E perchè l’attacca ?
Perchè il giochino della mangiatoia olimpica è stato bocciato e chi già si ea fatto venire l’acquolina in bocca, ora deve aspettare.

Continue reading

Ripulire casa nostra

Il Premier Ungherese Viktor Orban è in campagna elettorale per il referendum del 2 ottobre con il quale chiederà ai suoi connazionali se vogliono accettare le quote di riparto dei clandestini.
L’Ungheria ha costruito una serie di barriere ai confini e fermato il flusso dei clandestini.
Adesso, però, Orban propone un passo in avanti: fermati gli arrivi, dobbiamo ripulire il giardino di casa.

Continue reading

Mafiosi ma sportivi

Avete visto la tracotanza del Padrino contro la Raggi? di Maurizio Blondet    
Vedo che adesso l’impomatato bellimbusto che  è padrone  del CONI  ha fatto una mezza marcia indietro: “Non faremo alcuna azione legale”. Poche ore  prima aveva minacciato le azioni legali  contro la sindaca Raggi: per danno erariale. Anzi di più: il CONI  s’era fatto dare un parere (pagato, ovvio) da  un avvocato  Gianluigi Pellegrino secondo cui il CONI  avrebbe potuto esigere dal Comune di Roma la restituzione dei fondi già spesi   per “promuovere” Roma presso la Cosca internazionale che assegna Olimpiadi.  Quanto?…
Continue reading

NO al trogolo olimpico

Nel momento di massima pressione sulla Raggi e i grillini perchè cambiassero idea e approvassero il progetto di Roma 2024, anche Renzi si era espresso e sbilanciato ripetutamente a favore delle olimpiadi a Roma.
Già un tale fatto è per me sufficiente a schierarmi dalla parte opposta della barricata sulla quale si è issato il bulletto fiorentino, ma non c’è solo l’avversione totale e irreversibile verso di lui e la assoluta mancanza di fiducia nelle sue parole.

Continue reading

La truffa buonista

Renzi e Obama, degni compari, hanno cantato all’unisono all’onu.
Ma quanto sono buoni !
Ma che elevati pensieri di solidarietà !
Ma che proponimenti da fioretti adolescenziali !
Peccato che tutto quello che hanno detto con un diluvio di vuote parole sia solo fuffa, anzi truffa.
Perchè per concretizzare anche solo una minima parte di quello di cui hanno blaterato probabilmente senza capirlo, occorrono tanti soldi.

Continue reading

Don Babbalone, Episodio 11: Credenti Partigiani di Pace.

Oggi Don Babbalone è strafelice: ha appena saputo che Francesco ha concluso il Festival, pardòn, l’ incontro ecumenico di Assisi ammonendo: “Siano i credenti partigiani di pace”.Subito ha contattato la locale sezione dell’ ANPI di Vattelapesca per organizzare una grande festa, per la beatificazione di Don Gallo. Per l’ occasione sarà ospite Silvano Girotto, noto pure come Fratel Mitra.

Continue reading