Non vanificare il risultato

Se Renzi avesse anche solo un dieci per cento della dignità di Cameron, non solo si dimetterebbe ma si ritirerebbe a vita privata per cominciare (e sarebbe ora, a quaranta anni !) a lavorare.
Poichè Renzi da una dozzina e più di anni sa solo chiacchierare dal pulpito di presidente della provincia, di sindaco, di segretario del pci/pds/ds/pd o di presidente non eletto del consiglio, forse si dimetterà (non giurerei che lui e Mattarella non si accordino per propinarci un’ammuina e così ce lo ritroviamo a galleggiare con Alfano e Verdini) ma sicuramente si ripresenterà con l’intenzione di fare altri danni.

Continue reading

#IOVOTONO

[Scritto ieri sera] Non ci credo! Non è possibile! Sta vincendo il NO! Mesi e mesi nei quali il bullo camorrista ha occupato qualunque programma televisivo e radiofonico per continuare a raccontarci bugie su bugie. La sua immensa arroganza e il suo abnorme ego, ci hanno ammorbato l’esistenza mentre il paese continuava ad andare velocemente a picco.…
Continue reading

Dopo il voto

Quando il meccanismo automatico di Blogger pubblicherà questo commento, sapremo già chi ha vinto il referendum in Italia e, probabilmente, anche chi ha vinto la presidenza austriaca.
Il 2016 è stato, finora, un anno positivo per le forze Identitarie, Sovraniste e Nazionaliste.
A giugno la vittoria della Brexit che porterà la più importante nazione europea fuori dal soviet.

Continue reading

Santa Barbara dei fulmini ha detto NO!

Renzi? Fired! O meglio, fulminato! E così nonostante tutti i brogli, le patacche, il quesito referendario ingannevole, le lettere con refusi truffaldine spedite all’estero con tanto di  simbolo del PD, nonostante i magheggi di queste ultime ore con gli 85 euro e lo sblocco dei contratti al nocciolo duro del Pd (gli statali),  nonostante il suo prezzomolismo compulsivo al limite dello stalking dove  ci mancava poco che sbucasse fuori dall’oblò della lavatrice, nonostante i tre canali Rai Pd1, Pd2, Pd3, trasformati in Renzi1, Renzi2, Renzi3, nonostante Mediaset sempre più stampella di Renzi, La7 delle 7 piaggerie, l’ambiguità paracula di Berlusconi che ha puntato contemporaneamente sul SI (con Mediaset e Confalonieri) e sul NO per salvare quel che resta di FI,  l’endorsement dei poteri forti quali De Benedetti, Marchionne,  Elkann, Obama,  Juncker, JP Morgan, Deutsche Bank, Napolitano,Schäuble, Schulz, di Prodi,  del vecchio magistrato Violante cui fa difetto perfino la cultura giuridica, visto come si è arrampicato sui vetri per sostenere questo scempio giuridico di riforma..

Continue reading

Non ci sono indecisi

Le penne e i microfoni servi continuano a fare propaganda anche nella giornata “di riflessione“.
Fingendo di fare solo della cronaca dicono che Renzi è fiducioso di accalappiare gli “indecisi” e cercano di dargli una mano descrivendo il quesito referendario esattamente come viene propagandato dai sostenitori dell’imbonitore fiorentino.
Non credo, però, che ci siano indecisi da convincere.

Continue reading

Umiltà, una virtù fuori moda

Definizione di ‘umiltà’: Virtù per la quale l’uomo riconosce i propri limiti, rifuggendo da ogni forma d’orgoglio, di superbia, di emulazione o sopraffazione. Nessuno è più in grado di considerare l’umiltà come la virtù che ci consente di stare con i piedi ben piantati su quell’humus che ci ha generati e ci consente tuttora di mantenerci […]…

Continue reading

DOMANI VOTO NO !

Ma in fondo, dico io, sono Monarchico come istituzione, non importi la Corona, e Vecchio Ribelle ClericoFassista, chemmefrega di cambiare o non cambiare questa costituzione antifassistanatadallaresistenzia di una repubblica nata da un referendum dove molti italiani non poterono votare. Di una Italia che saccheggiò lo Stato della Chiesa, che entrò a Porta Pia sparando sulla Bandiera Bianca e strappando le Medaglie di Mentana dal petto degli Ufficiali Papalini.

Continue reading

Perchè è giusto votare NO

Renzi ha ragione su una sola cosa: con il voto di domenica 4 dicembre ci giochiamo una larga fetta del nostro futuro.
Però il nostro futuro sarà compromesso dal sì, mentre avremo la possibilità di renderlo migliore con un NO.
Renzi ha voluto fare una pesante modifica costituzionale perchè i suoi referenti possano imporre una sovranità limitata al Popolo Italiano.

Continue reading