Battisti non è un EX terrorista

La stampa di sinistra affronta la questione Battisti con la medesima flemma dei governi che ne hanno consentito la latitanza per decenni.
Oltre a poter contare sulla stessa connivenza (chi più chi meno impegnato) che ha favorito Sofri nel non scontare la sua meritata (dopo otto processi !!!) pena con la scusa di una grave malattia che oggi, dopo oltre dodici anni dalla scarcerazione, gli consente ancora di godersi la vita, Battisti si sente anche gratificato da titoli che lo qualificano come “ex terrorista”.

Continue reading

La processione dei Polacchi ai confini. E la stampa tace…

Avrete notato come i media (a parte poche eccezioni) hanno silenziato l’iniziativa polacca di qualche giorno fa. Una catena umana  lungo i confini del paese, pregando “Dio perché salvi la Polonia e il mondo”. Migliaia di persone strette l’una all’altra, coroncina del Rosario in mano, hanno segnato tutti i 3.511 chilometri del confine che separa Varsavia dalla Germania, Ucraina, Bielorussia, Lituania, Repubblica Ceca, Slovacchia e Mar Baltico.…

Continue reading

Fin dove possono arrivare…

Pesaro, vietato fotografare i profughi. Bufera sul diktat del prefetto. Nel documento si chiede alle forze dell’ordine di controllare i cittadini “con rigore” di Alessandro MazzantiPesaro, 15 ottobre 2017 – Quella circolare sui migranti, firmata pochi giorni fa dal prefetto di Pesaro Urbino, Luigi Pizzi, e recapitata ai vertici delle forze dell’ordine, è diventata in un attimo una specie di bomba a grappolo che mentre deflagra coinvolge la politica, l’animo della gente e i rapporti cittadini-istituzioni.…
Continue reading

Vienna 1683 – 2017

Il Centro Destra in Austria potrà governare, contribuendo in maniera determinante, alleandosi con Polonia, Ungheria, Repubblica Ceca, Slovacchia, alla cacciata degli stranieri dalla nostra Europa, quella vera, non quella dei burocrati, questa volta invasa e occupata e non solo sotto assedio militare.

E’ una lezione per tutti coloro che cercano di tenere i piedi in due staffe, quelli del “ma anche”, quelli dell’ “accoglienza umanitaria”, quelli della cittadinanza a cani e porci.

Continue reading

Gli inciucisti in azione

Bruno Vespa è uno dei maggiori beneficiati del sistema politico e mediatico italiano.
È passato indenne dalla prima ala seconda repubblica e si appresta ad approdare alla terza sempre pronto ad ossequiare quello che nei primi anni novanta, riferendosi alla dc allora maggioritaria, definiva “l’editore di riferimento”.
Che poi si chiami Berlusconi, Prodi o Renzi per lui nulla cambia.

Continue reading

Vae victis: gli avvoltoi del politicamente corretto

Non sapevo chi fosse quel Weinstein il cui nome ha oggi il dubbio onore della cronaca.
Leggo che era un potente produttore cinematografico che ama(va) forse tracimando le belle donne.È (era) anche un sostenitore della sinistra, prodigo finanziatore del partito democratico e della moglie di Clinton.Immagino che, come i suoi amici Clooney e Afflek che adesso lo hanno coraggiosamente abbandonato, abbia usato parole di fuoco contro il sessista Presidente Trump.Oggi una serie di attrici ne denunciano le presunte violenze.Maramaldo in confronto a quelle “divine creature” era un dilettante.Prima, quando lui era potente, tutte carine e silenti, appena è caduto in disgrazia a riempirlo di calci.E i Clooney e gli Afflek non sono migliori di loro, abbandonando un amico nel momento del bisogno.Quanta differenza tra la morale dei paladini del politicamente corretto e il rigore che espresse Manzoni nel suo 5 maggio “di mille voci al sonito mista sua non ha vergin di servo encomio e di codardo oltraggio”.Altri tempi, oggi siamo tornati a Brenno e al suo “vae victis”, naturalmente tutto interno alla sinistra che, con le sue venerate icone, ci dimostra il suo spessore morale e la credibilità che può avere.

Continue reading

Mi stupisce la mancanza di reazione

Da giorni leggo che una (o più) bande di africani immigrati, imperversano nei treni e adesso anche nei supermercati terrorizzando passeggeri ed avventori, prendendosela, ovviamente, con i più deboli e indifesi.
E nessuno reagisce.
Come ho avuto più volte motivo di scrivere, anch’io, da solo, non reagirei, disarmato, contro quattro o cinque di quei delinquenti.

Continue reading

Referendum Lombardo-Veneto per l’autonomia

REGIONE LOMBARDIA

Mi ero ripromessa di trattare il tema del referendum consultivo del 22 ottobre che interessa due Regioni-motore d’Italia: la Lombardia e il Veneto. Domenica 22  si vota  e si  sperimenterà per la prima volta in Lombardia,  il voto elettronico. Di questo, detto in tutta sincerità, ne avrei fatto a meno, ma mi è già arrivata la carta informativa della Regione Lombardia  intestata con la solita Rosa Camunia bianca su fondo verde,  con tanto di istruzioni per l’uso.

Continue reading

"Non vi lasceremo soli"…

COSÌ SI RICATTANO I TERREMOTATI di genzianaproject
C’è una sola parola che ci viene in mente: «ricatto». E se questo è l’esordio del commissario alla ricostruzione Paola De Micheli il rischio è di dover rimpiangere Vasco Errani. Parlando con “Il Messaggero”, nelle scorse ore, la De Micheli ha chiarito la sua posizione, che evidentemente è anche quella del Governo, sulle cosiddette “casette fai da te”.…
Continue reading

La Terra in catene

Penoso il discorso del presidente catalano, ma ancor di più penosa l’indipendenza ma anche no scelta esclusivamente per paura.
Anche Puigdemont evidentemente tiene famiglia.
Il disperato tentativo di salvare capra e cavoli è figlio della grettezza degli stati, ormai succubi alle sovrastrutture mondialiste come l’onu o l’unione sovietica europea.
Non sono mai stato un estimatore di Napoleone, che considero un sanguinario despota criminale, ma gli riconosco gli attributi di aver combattuto contro tutte le monarchie europee che si erano alleate esattamente come l’unione sovietica europea oggi sostiene Rajoy.

Continue reading